L’INTERtweetSTA: Alessandra Gaggioli & Federica Gnomo

Tornano le INTERtweetSTE, interviste a 140 caratteri che mettono sotto un torchio veloce scrittori e personaggi, sperando che la velocità e la sintesi ci rivelino qualcosa di più di quanto ci lasciano intendere nelle pagine dei loro libri. Ma oggi c’è un fatto nuovo.

(Non ti interessa il fatto nuovo? Conosci subito Alessandra Gaggioli e Federica Gnomo; oppure vai direttamente all’INTERtweetSTA).

Il fatto nuovo è che non ci troviamo di fronte a due scrittrici, e nemmeno a una scrittura a due mani, come Laura Costantini e Loredana Falcone.  Qui c’è ben altro: una scrittura gemella, una scrittura per due. Solo che l’altro gemello è inesistente. Federica Gnomo, per intenderci, è l’alter ego di Alessandra Gaggioli. Alter ego, ma qualcosa di più. Ne è, diciamo, una versione più pratica e sexy. Un cylone de noantri. Un salto in avanti nei territori inesplorati dell’avventura. Una voglia di scorrazzare nei campi minati che Alessandra, con grande saggezza, non desidera frequentare. Almeno quando è sveglia.

Alessandra e Federica in una delle rare foto insieme (e difatti non lo sono)

Prima di addentrarci nelle rispettive biografie – sono talmente pazze da avere davvero due biografie diverse – sento l’urgenza di dichiarare al mondo quanto queste signore (massì, parliamo al plurale e buonanotte) siano di una generosità senza pari. Il loro blog , Gnomosopralerighe, ospita recensioni di libri della cosiddetta editoria minore, oppure interviste a scrittori in cucina (come l’altra nostra ospite, Angie Cafiero) e a letto. Insomma, non si risparmiano e diffondono cultura con una leggerezza e una determinazione gnomici. E un sorriso sempre aperto.

Alessandra Gaggioli
nasce a Viterbo e si laurea con lode in Architettura e Restauro a Firenze. Asseconda poi la sua natura gemina collezionando esperienze di lavoro e impegno sociale: architetto, direttore d’azienda tessile, direttore di piccola casa editrice, presidente provinciale Fismo (Federazione Italiana Moda) e tenente della Croce Rossa Italiana. È sposata con un marito molto impegnato e mamma di Dorotea De Spirito, una figlia anch’essa molto impegnata in quanto scrittrice di successo. Vive in campagna con due cani, Lilly e Bebolino, e prova a fare l’orto quando ha voglia. Ama leggere da sempre, soprattutto romanzi classici e storici, ma anche autori contemporanei di altre culture e storie. In genere scrive storie d’amore che affrontano temi difficili con semplicità e talvolta ironia. Ama cucinare, come pure prendersi cura degli altri.
Per tre anni è stata redattrice della rubrica cucina del magazine on line Lovvy.it. Tra il 2010 e il 2015 ha pubblicato vari racconti su importanti antologie come Rosso da camera (Perrone Editore), Il Rosso e il Nero (Diamond Edizioni), Cronache dalla fine del mondo (Historica Edizioni), solo per citarne alcune. I romanzi che ha scritto sono arrivati sempre tra i semifinalisti del torneo letterario IOScrittore di Gems. Nel maggio 2015 ha pubblicato il romanzo rosa/fantascienza Darkside (Amarganta Edizioni). Nel 2016 uscirà un romanzo storico m/m molto passionale e romantico per Triskell Edizioni. (Se come me non sapete cosa sia la letteratura m/m non preoccupatevi e leggete qui).
Spera di non fermarsi – e lo speriamo anche noi – almeno fino a che riuscirà a tenere a bada la gemella Federica. Insomma, una donna da sposare.

Chi, tra Alessandra e Federica, sarà lo Yin e chi lo Yang?

Federica Gnomo
nasce nel 2010, anno del primo torneo letterario IOScrittore di Gems, parto della mente dissociata di una mamma scrittrice di figlia scrittrice che non voleva che diventasse scrittrice (tornate indietro e rileggete l’ultimo passo al ritmo di Alla fiera dell’est). Volendo quindi conservare l’anonimato, decide di entrare dalla porta secondaria dandosi un cognome che è il nome dell’ingresso secondario dell’università frequentata dalla figlia: Gnomo. (Io mi sono perso in un labirinto primario, ma voi andate avanti).
Gnomo di nome e di fatto, comunque. Infatti, oltre a essere piccoletta, l’autrice porta fortuna a chi la frequenta e malissimo a chi la evita. Di recente la Gnomo ha aggiunto Twins al cognome per vanità esterofila, in omaggio alla fissazione con i gemelli, di cui ha sempre scritto, e per rispetto alla gemella seria Alessandra, che di fatto esiste e cerca ogni tanto di liberarsi della sorella ingombrante ma non ci riesce. Nel suo blog Gnomosopralerighe pubblica racconti, ricette, recensioni di libri, impressioni di lettura ed esperienze editoriali. Promuove scrittori con interviste culinarie/letterarie molto seguite. Federica Gnomo Twins è autrice di molti racconti, spesso m/m o erotici, usciti con case editrici di larghe vedute (Delos Books, La mela avvelenata, Butterfly, Watson e tante altre).
Il suo primo romanzo pubblicato è stato un caso editoriale (nel senso che lo ha scritto di getto e per caso). Inferocita per il diverso trattamento che subiscono le donne adulte, rispetto agli uomini, quando si innamorano di ragazzi più giovani, ha mandato alle stampe Il ragazzo alla pari (Gremese), una commedia rosa in cui la protagonista si prende in giro vivendo le ansie di un rapporto considerato sconveniente.
Federica – ahinoi scrive lei, meno male aggiungo io – ha intenzione di continuare a scrivere, almeno fino a che sua sorella Alessandra le permetterà di farlo. Quando smetterà, per compensazione, mangerà a dismisura. Insomma, una donna da leggere e mangiare.

Gustatevi quindi la prelibata INTERtweetSTA a Alessandra Gaggioli e Federica Gnomo.

20160201-Intertweetste-Alessandra-Gaggioli-e-Federica-Gnomo_forweb