La leggenda dell’amata al di là del fiume

Occhiali rotti

C’era una volta un re indiano che si deliziava nel guardare la sua amata al di là del fiume. Ma era miope, e col tempo la miopia peggiorò fino a rubare la luce dei suoi occhi: dov’era la sua amata, che faceva, come avrebbe potuto vivere senza ammirarla? Giorno dopo giorno l’amata divenne sempre più sfocata, evanescente, fino a trasformarsi in un ricordo lontano. Poi, nulla più. Gli anni passarono nel più completo oblio, fino quando non arrivò a corte un mago trovarobe cantastorie che regalò al re uno specchio. Un piccolo specchio che, appeso al muro, gli permise di mettere di nuovo a fuoco l’amata volgendo le spalle al fiume. Fu grande lo stupore nel ritrovarla vecchia, cadente e con in mano un cartello: “STRUNZ!”, che in antica lingua sanscrita significa: “A saperlo, te l’avrei regalato io!”

Morale: quando si rompe un paio occhiali, spegnete il PC e non scrivete storie senza né capo né coda.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.