noi che ce la meniamo

sottotitolo: o leggi tutto o non leggere affatto
sottotitolo 2: è meglio
sottotitolo 3: oh, beh, fa’ come vuoi
sottotitolo 4: io però ti ho avvertito

 photo algida-patty-pravo-piper.jpg

  • noi e la bicicletta senza protezioni, senza casco e senza denti
  • noi che un pallone e quattro maglie per fare i pali
  • noi che era vietato il battimuro
  • noi che quando uscivamo la sera mettevamo la chiave sotto lo zerbino
  • noi che quando uscivamo la sera raccattavamo la chiave da sotto lo zerbino e trovavi la casa pulita pulita
  • noi che avevamo una sola maestra che ci accompagnava dalla 1° alla 5° elementare
  • noi che ci sentivamo ricchi se avevamo “Parco Della Vittoria e Viale dei Giardini”
  • noi che mettevamo le carte da gioco con le mollette sui raggi della bicicletta
  • noi che avevamo l’Austerity e giravano una Domenica i pari e la Domenica dopo i dispari
  • noi che giocavamo a “fiori frutta e città” (e la città con la D era sempre Domodossola…)
  • noi che le caprette ci facevano ciao
  • noi che dopo Carosello dovevamo andare a dormire
  • noi che il Super Tele costava 50 lire
  • noi che a carnevale ci vestivamo sempre da Zorro (e le femmine da principessa)
  • noi che avevamo il deflettore sui finestrini anteriori della macchina
  • noi che le ricerche le facevamo in biblioteca, mica su Google
  • noi che facevamo il gioco della bottiglia tutti seduti per terra
  • noi che invece di mandare gli sms facevamo le dediche alla radio
  • noi che la donna che volevamo sposare era la mamma
  • noi che qualche anno dopo pensavamo fosse meglio Edwige Fenech
  • noi che se proprio anche Edwige non poteva, Gloria Guida non era male
  • noi che non avevamo il cellulare per andare a parlare in privato sul terrazzo
  • noi che i messaggini li scrivevamo su dei pezzetti di carta da passare al compagno
  • noi che un mondo così non ritornerà più
  • noi che gli altri sono brutti, sporchi e cattivi
  • noi che siamo belli e bravi e cresciuti bene
  • noi che abbiamo preparato un pacco così ai nostri figli e ce la meniamo ancora co’ ‘ste cazzate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.